top of page

Internet of Medical Things

L’intelligenza artificiale, oggi, non è più un prodotto di fantascienza verso cui guardare con riluttanza e senso di smarrimento. Grazie al suo impiego nei disparati settori della vita, anche le operazioni in apparenza complicate e noiose hanno subito un miglioramento notevole in termini di semplificazione e accessibilità.

Il Marketing sanitario, applicato al proprio ambito di riferimento, ha contribuito a dare una sferzata allo sviluppo e al progresso dell’healthcare. Attraverso l’innovazione tecnologica, che di fatto ha ottimizzato le cure e i vari servizi necessari, si è generata una rivoluzione sanitaria tangibile e degna di nota.

Con l’espressione “Internet of Medical Things” si fa riferimento alle soluzioni tecnologicamente avanzate, nella forma pratica di dispositivi creati ad hoc per contribuire al progresso e alla crescita delle strutture sanitarie di riferimento. I risultati, che non fanno fatica ad essere visibili, hanno apportato un potenziamento all’efficienza organizzativa.


Basti pensare all’impiego di strumenti tecnologici nella vita di tutti i giorni, con i dispositivi intelligenti Alexa, in grado di velocizzare operazioni banali come accendere semplicemente una luce da una stanza all’altra. La risonanza di simili risultati, in ospedali e laboratori medici, per situazioni logistiche essenziali, è ancora più tangibile.

Ma quali sono gli elementi cardine sui quali l’Internet of Medical Things, ovvero tutti i dispositivi medici collegati ad una struttura tramite la rete, può imprimere i benefici qualitativamente superiori? Eccone alcuni:

  • Il paziente al centro dell’assistenza sanitaria, come mai prima di adesso, grazie ai servizi personalizzati sulle sue richieste e relativamente ai feedback che rilascia. Tutto è reso possibile attraverso l’implementazione specifica di alcuni sistemi, come i weareable devices: dispositivi intelligenti concepiti per essere utilizzati a contatto con il corpo (gli smartwatch ne rappresentano un esempio concreto) e che monitorano i parametri vitali del soggetto, fornendogli le informazioni necessarie per salvaguardare la propria salute. In aggiunta, sembra che i pazienti – sfruttando l’utilizzo di questi dispositivi – possano beneficiarne a livello psicologico, prendendo consapevolezza delle loro condizioni e intervenendo in maniera tempestiva;

  • La reputazione del medico professionista, migliorandone l’autorità e l’immagine che ha anche, e soprattutto, sui social media. In questo modo, con l’utilizzo di strumenti IoT, aumenterà il senso di fiducia percepito da parte del paziente, che riuscirà così a mettersi sotto la protezione del medico, forte anche dei vantaggi a cui è andato incontro attraverso la tempestività ottenuta con i servizi innovativi dei quali ha potuto disporre. Una situazione che contribuisce, senz’altro, a saldare il rapporto tra il paziente e il personale sanitario. Un ulteriore valore aggiunto è ravvisabile nell’acquisizione consequenziale di nuovi pazienti, attratti dalle testimonianze visibili in rete;

  • Linguaggio a portata di tutti, tramite la diffusione di sistemi digitali che vanno incontro alle esigenze di una comunicazione accessibile e priva di tecnicismi, talvolta incomprensibili alla comunità. L’obiettivo è rassicurare il paziente, evitando di complicargli la vita con concetti complessi da interpretare. Il soggetto, sentendosi parte attiva e consapevole dello status della sua salute, imparerà senza troppi impedimenti a sfruttare i servizi intelligenti delle strutture sanitarie ed eviterà di procrastinare eventuali visite di controllo. Rivolgersi altrove, in quanto deluso e incompreso, non sarà più un risvolto contemplabile.

Affidati alle promesse concrete dell’Internal of Medical Things, per un giovamento reciproco, tuo e del paziente che si rivolgerà a te. Per ulteriori dettagli, rivolgiti a noi, avrai le risposte che cerchi!

3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page